EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

D.O., come ne sono uscito vivo, vegeto e contento!

Creato da  il Gen 20, 2016  in news

D.O., come ne sono uscito vivo, vegeto e contento!
IMG-20151220-WA0006

Il sesto anno del corso di Osteopatia, tappa finale di un viaggio formativo appassionante, denso e impegnativo, è caratterizzato da un alternarsi di sensazioni, pensieri ed emozioni contrastanti.

Si inizia intravedendo, finalmente, l’arrivo di questo percorso che, in un modo o nell’altro, ha cambiato la tua vita; si continua cercando di non perdere nemmeno una parola, un gesto o una sfumatura di ogni lezione perché non si tornerà indietro e, nonostante l’infinità di corsi post-graduate che attendono ogni studente, non sarà più come far parte di una Scuola di Osteopatia; e si finisce pensando solo ed esclusivamente ad una cosa: l’esame finale, ovvero il tanto temuto e desiderato D.O.

È inutile dire che il giorno dell’esame non ci si sente mai preparati come vorremmo e soprattutto come immaginavamo di esserlo sei anni prima quando, all’inizio del corso, vedevamo l’osteopatia quasi come un livello professionale inarrivabile, mentre, ora, l’impressione è di essere solo poco più bravi rispetto a prima.

Al di là dell’esito finale, che è stato positivo altrimenti non avrei mai accettato di scrivere qualche riga a proposito, il D.O. è stato, per me, una bellissima esperienza.

Sostenere un esame così importante senza eccessive preoccupazioni, ma solo con la giusta tensione, quella necessaria per essere concentrati, credo che sia il sogno di ogni studente. E questa volta posso dire che si è avverato.

Tutto ciò è stato possibile non solo grazie ad un’adeguata preparazione, ma anche a diverse componenti che, nel corso degli anni e nel giorno dell’esame, hanno contribuito a rendere il D.O un momento di crescita e non un esame fine a se stesso.

La pratica del tirocinio clinico all’interno di Meta ha sicuramente permesso di arrivare all’esame senza ansia da prestazione. Avere la possibilità di trattare pazienti con problematiche reali mentre si è osservati da docenti e assistenti, oltre a farti migliorare rapidamente nel tuo lavoro quotidiano, ti permette di simulare quello che avverrà il giorno del D.O., elemento fondamentale e da non sottovalutare.

Un altro elemento imprescindibile è la grande quantità di ore dedicate, durante l’ultimo anno, alla preparazione stessa all’esame, dove, oltre ad affinare le abilità tecniche e manuali, si punta molto a migliorare altri aspetti come l’anamnesi, la diagnostica differenziale e il ragionamento clinico osteopatico, tutti necessari per la riuscita del trattamento.

Fondamentale è stato il cosiddetto “D.O. interno”, ovvero l’esame con una commissione formata da docenti della scuola di appartenenza, che rappresenta il lasciapassare, se superato, per l’esame finale. È un passaggio importante, che tutte le scuole di osteopatia dovrebbero prevedere, perché permette allo studente di correggere il tiro e limare le piccole imperfezioni in previsione dell’esame vero e proprio. Per quanto mi riguarda ha funzionato, eliminando timori e dubbi rispetto all’ultima prova, dandomi convinzione e sicurezza nei miei mezzi.

L’ultimo, ma non meno importante, pezzo di questo puzzle è stata la bravura di Meta Osteopatia, sia nel creare un clima positivo e disteso intorno all’esame, sia nella scelta del membro esterno della commissione, che invece di rappresentare un ulteriore ostacolo da affrontare si è rivelato un elemento prezioso, riuscendo ad analizzare in maniera attenta e precisa ogni esame e le caratteristiche di ognuno di noi, fornendoci consigli e suggerimenti importanti per migliorare i nostri punti deboli e potenziare le nostre abilità.

È innegabile che la prima sensazione che ho provato, dopo che mi hanno comunicato l’esito positivo della prova, è stata quella di libertà. Ma ora, a mente fredda, è ancora più bello pensare che per una volta non sono stato “vittima” ma protagonista di un esame, che, oltre ad avermi ufficialmente conferito il titolo di Osteopata D.O., ho goduto e vissuto pienamente minuto per minuto.

Meta Osteopatia. Semplicemente grazie.

Cristian Bruno
Osteopata D.O.

IMG-20151220-WA0008IMG-20151220-WA0009IMG-20151220-WA0011IMG-20151220-WA0013IMG-20151220-WA0017